Menu

I nostri programmi

Contratti di fiume

Il contratto di Fiume è uno strumento di programmazione strategica e negoziata che persegue la tutela e corretta gestione delle risorse idriche, la valorizzazione dei territori fluviali unitamente alla salvaguardia del rischio idraulico, contribuendo allo sviluppo locale. Il concetto di riqualificazione del bacino è inteso nell’accezione più ampia e riguarda tutti gli aspetti paesistico-ambientali. I CdF concorrono alla definizione e all’attuazione degli strumenti di pianificazione di distretto e in particolare del Piano di gestione rischio alluvioni 2007/60/CE e del Piano di gestione delle acque 2000/60/CE. Obiettivi principali del CdF sono:

  • -riduzione dell’inquinamento delle acque e salvaguardia dell’ambiente acquatico e degli ecosistemi connessi;
  • -l’uso sostenibile delle risorse idriche;
  • -riduzione del rischio idraulico;
  • -riqualificazione e valorizzazione dei sistemi ambientali e paesistici afferenti ai corsi fluviali;
  • -integrazione con i piani di settore (comparto agro-zootecnico, industriale, energetico, di difesa idraulica, pesca, aree protette, escavazioni in alveo, cave, gestione invasi) e con gli atti di pianificazione locale;
  • -miglioramento della fruizione turistica-ambientale;
  • -condivisione delle informazioni e diffusione della tematica con le comunità locali.

I Contratti di Fiume nella Regione Marche

Il contratto di Fiume è uno strumento di programmazione strategica e negoziata che persegue la tutela e corretta gestione delle risorse idriche, la valorizzazione dei territori  fluviali unitamente alla salvaguardia del rischio idraulico, contribuendo allo sviluppo locale. Il concetto di riqualificazione del bacino è inteso nell’accezione più ampia e riguarda tutti gli aspetti paesistico-ambientali. I CdF concorrono alla definizione e all’attuazione degli strumenti di pianificazione di distretto e in particolare del Piano di gestione rischio alluvioni 2007/60/CE e del Piano di gestione delle acque 2000/60/CE. Obiettivi principali del CdF sono:

- riduzione dell’inquinamento delle acque e salvaguardia dell’ambiente acquatico e degli ecosistemi connessi;

- l’uso sostenibile delle risorse idriche;

- riduzione del rischio idraulico;

- riqualificazione e valorizzazione dei sistemi ambientali e paesistici afferenti ai corsi fluviali;

- integrazione con i piani di settore (comparto agro-zootecnico, industriale, energetico, di difesa idraulica, pesca, aree protette, escavazioni in alveo, cave, gestione invasi) e con gli atti di pianificazione locale;

- miglioramento della fruizione turistica-ambientale;

- condivisione delle informazioni e diffusione della tematica con le comunità locali.

In allegato due elaborati redatti dal Consorzio:

- Tav.1 Proposta di linee guida regionali per i Contratti di Fiume;

- Tav.2 Proposta metodologica per la realizzazione del CdF del Fiume Foglia.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità statistiche. Se vuoi saperne di più consulta la privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Non mostrare più ×