Anche la Commissione tributaria di Ascoli respinge i ricorsi dei cittadini

Anche la Commissione tributaria di Ascoli respinge i ricorsi dei cittadini

Netti: “Ora basta polemiche. Ricordo invece a chi ha pagato coscienziosamente, che il contributo è fiscalmente deducibile”.

Dopo Ancona e Pesaro, anche la Commissione tributaria provinciale di Ascoli (Sez. 1 e Sez. 2) ha dato ragione al Consorzio di Bonifica delle Marche, respingendo i ricorsi di alcuni cittadini che si opponevano al pagamento del contributo di bonifica, condannandoli al pagamento delle spese legali. Si tratta dell’ennesima conferma da parte della Giustizia tributaria, che ha ribadito che il contributo di bonifica si deve pagare.

“L’indirizzo tributario sul merito è ormai univoco – commenta il presidente del Consorzio, l’avvocato Claudio Netti – . Ci è giunta notizia che la Terza Sezione abbia appena accolto il ricorso di un contribuente per un vizio di forma della cartella, ma questo nulla toglie agli altri giudizi favorevoli già espressi dalla Commissione sul merito della questione. Invito dunque la segreteria provinciale dell’Ugl (che ieri fomentava i cittadini sui giornali), a non alimentare inutili polemiche. Ci tengo invece a riferire ai tanti che hanno pagato coscienziosamente, che il contributo di bonifica è deducibile dal reddito. Pertanto, nella dichiarazione dei redditi (mod.730 o Unico) è possibile indicare nel rigo “altri oneri deducibili ” i tributi consortili. Per quanto riguarda invece la protesta per i ritardi nell’avvio degli impianti di irrigazione – conclude Netti – nonostante le tante bollette non pagate, già da questa settimana ripartiremo gradualmente con l’apertura degli impianti, ed i tempi varieranno in funzione delle caratteristiche tecniche di ognuno, forti della convinzione che l’ennesimo sacrificio economico richiestoci produrrà positivi effetti nel medio periodo”.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi