Gerosa: Comuni e Consorzio in campo per il rilancio turistico del lago

Gerosa: Comuni e Consorzio in campo per il rilancio turistico del lago

“Pronti a offrire piena collaborazione e sostegno concreto a tutte le iniziative volte a rilanciare turisticamente il lago di Gerosa”. Un messaggio chiaro quello di Giannino Nazzari (foto), membro del Cda e delegato del Consorzio di Bonifica Marche all’incontro che si è tenuto pochi giorni fa al Comune di Comunanza. Tra gli invitati al tavolo, oltre al Consorzio e all’ente ospitante, anche i Comuni di Montemonaco, Montefortino e Montegallo, il Bim Tronto (rappresentato dal presidente Luigi Contisciani), la Camera di Commercio e l’Unione Montana Tronto e Valfluvione (guidata da Giuseppe Amici). “Come gestori della diga – ha aggiunto Nazzari – non possiamo che essere felici della volontà, da parte dei Comuni che insistono sul bacino, di voler da un lato realizzare interventi finalizzati ad aumentare la ricettività del lago e dall’altro studiare iniziative che possano richiamare un numero di turisti sempre maggiore. Siamo d’accordo con quanto è stato detto dalle altre realtà interessate riguardo la necessità di individuare uno staff che faccia da raccordo, in modo da organizzare al meglio l’attività. L’obiettivo, d’altronde, è lo stesso per tutti e, come ha più volte rimarcato il presidente Netti, noi siamo pronti a fare la nostra parte”. La persona individuata per il decisivo ruolo di coordinatore tra il Consorzio, i comuni, il Bim, la Camera di Commercio e l’Unione Montana è Andrea Passaretti, già consigliere comunale a Comunanza: “Non ho ancora ricevuto la delega ufficiale ma alla riunione sono stati tutti d’accordo nell’assegnarmi questo arduo compito – commenta sorridendo Passaretti –  In attesa della formalizzazione dell’incarico posso solo dire che per me è un onore e un piacere. Sono molto legato a questi luoghi e convinto del fatto che, tutti insieme, si possa fare tantissimo. Ci sono tante risorse da far fruttare, dai progetti per le aree interne alle singole iniziative dei vari Comuni fino al sostegno che può arrivare dal Consorzio, che ha offerto massima disponibilità, dal Bim o dalla Camera di Commercio. Io cercherò di favorire condivisione e collaborazione. Non vedo l’ora di cominciare”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi