Torna il concorso Demetra. In palio 12.500 euro per le scuole marchigiane che propongano progetti in difesa dell’ambiente e del clima

Torna il concorso Demetra. In palio 12.500 euro per le scuole marchigiane che propongano progetti in difesa dell’ambiente e del clima

Dopo il grande successo dello scorso anno, il Consorzio di Bonifica delle Marche, in collaborazione con la Regione Marche e l’associazione culturale Sena Nova, propone la seconda edizione del Gran Premio “Demetra”. Si tratta di un concorso rivolto agli studenti delle scuole Primarie e Secondarie di 1° e 2° grado della Regione che mette in palio ben 12.500 euro per premiare idee e progetti che favoriscano la tutela dell’ambiente attraverso strumenti innovativi e nuove tecnologie. Gli studenti sono chiamati a mettersi in gioco, individualmente o collettivamente, per proporre comportamenti utili a contrastare i cambiamenti climatici, difendere il territorio e prevenire i rischi idrogeologici.

Quest’anno il titolo è “Siccità, nubifragi e rischio idrogeologico: cosa proponiamo noi giovani?”. Le migliori idee riceveranno cospicui premi (da 2500 a 200 euro) che saranno consegnati alle scuole vincitrici a maggio, in occasione di una cerimonia finale che si terrà nei palazzi della Regione.

“Possono partecipare più classi o più studenti – spiega il professor Camillo Nardini, presidente dell’associazione Sena Nova che ha ideato l’iniziativa – anche in collaborazione con genitori, Università, enti e associazioni. Il nostro intento è valorizzare idee e proposte che favoriscano un approccio costruttivo al mutamento climatico. E allora i giovani devono chiedersi: cosa facciamo per affrontare questi problemi? Quali comportamenti adottiamo singolarmente? Quali “Buone Pratiche”, idee o progetti? Per rispondere dovranno utilizzare innovazioni intelligenti, nuove tecnologie, web communication, cortometraggi, interviste, insomma tutto ciò che la fantasia gli suggerisce. I lavori si dovranno inviare entro sabato 9 maggio esclusivamente in una busta formato A3, che contenga documenti, chiavette usb, cd, dvd”.

“Lo scorso anno sono stati presentati ben 47 progetti e abbiamo premiato 13 scuole – afferma il presidente del Consorzio di bonifica, l’avvocato Claudio Netti -. Per noi coinvolgere le nuove generazioni e sensibilizzare i giovani alla tutela dell’ambiente è un obiettivo strategico. Del resto ormai tutti ci siamo resi conto che lunghi periodi di siccità si alternano a nubifragi violenti e improvvisi, che spesso devastano il territorio, sempre più esposto ai rischi idrogeologici. Per non parlare dei nostri fiumi e mari, che rischiano di diventare discariche a cielo aperto. Per questo ben vengano le idee dei giovani per invertire la rotta. Se poi tutto ciò avviene attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie, ancora meglio, perché si guarda al futuro. Aspettiamo con fiducia i nuovi progetti delle scuole”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi