Domenica 22 marzo si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua. Il Consorzio di Bonifica in prima linea per gestire questa importante risorsa in modo sostenibile e ridurre gli sprechi.

Domenica 22 marzo si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua. Il Consorzio di Bonifica in prima linea per gestire questa importante risorsa in modo sostenibile e ridurre gli sprechi.

Domenica 22 marzo si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua. Istituita nel 1992 dalle Nazioni Unite, quest’anno l’evento pone al centro tre concept di grande importanza: “We cannot afford to wait. Water can help fight climate change. Everyone has a role to play” ovvero: “Non possiamo permetterci di aspettare. L’acqua può aiutare a combattere i cambiamenti climatici. Ognuno di noi ha un ruolo da svolgere“.
Tutti siamo protagonisti nel determinare il futuro di questa preziosa quanto scarsa risorsa. Oltre alle Istituzioni mondiali, anche i singoli cittadini, sono chiamati ad essere parte attiva del cambiamento e salvaguardare l’ambiente in cui viviamo.
Dal canto suo il Consorzio è impegnato ogni giorno a preservare il nostro “oro blu”.
“L’acqua è strategica in agricoltura – sottolinea il presidente del Consorzio di bonificia, Claudio Netti – e la sua carenza può compromettere il lavoro di un intero anno. Per questo abbiamo appena deciso di aprire in anticipo i nostri impianti di irrigazione, per venire incontro alle esigenze degli agricoltori messi in difficoltà da un inverno e una primavera avari di precipitazioni. Al contempo però, non possiamo utilizzare più acqua di quella che ci arriva dal cielo, perché creeremmo squilibri pericolosissimi, come l’ingresso del cuneo salino, che ha già fatto molti danni in agricoltura. Per questo dobbiamo preservarla il più possibile. Noi proponiamo l’irrigazione a goccia che è certamente uno dei metodi più efficaci. Basti dire che l’efficienza è prossima al 95%. Ma Il Consorzio ha ottenuto risultati eccezionali anche con l’installazione dei contatori agli agricoltori che irrigano. Questo ha comportato grandi risparmi, perché ora c’è molta più attenzione agli sprechi e siamo arrivati a ridurre del 50% i consumi lungo la vallata del Foglia, passando da 6 milioni di metri cubi a 3 milioni a stagione irrigua. Questo ha comportato più acqua sul fiume e una miglior conservazione dell’ambiente lungo l’asta fluviale. Abbiamo garantito uno scorrimento molto superiore al deflusso minimo vitale e contemporaneamente anche una scorta preziosissima di acqua idropotabile. In futuro dovrà esserci sempre maggiore attenzione a questa preziosissima risorsa. Noi metteremo tutto l’impegno che ci è possibile, ma ognuno sarà chiamato a dare il proprio contributo”.

Se volete approfondire l’argomento, qui potete trovare interessanti spunti:

https://contrattoacqua.it/campagne/campagne-cicma/giornata-mondiale-dell-acqua/2020-acqua-e-cambiamenti-climatici/

https://www.repubblica.it/ambiente/2019/03/22/news/giornata_mondiale_dell_acqua-222243841/

https://www.greenme.it/consumare/acqua/risparmiare-acqua-casa-giardino/

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi