L’avioturismo atterra al lago di Mercatale (Sassocorvaro, PU).

L’avioturismo atterra al lago di Mercatale (Sassocorvaro, PU).

È un progetto innovativo che riesce a legare una rete infrastrutturale naturale alla modalità aerea ed al turismo: si chiama “avioturismo“. Le prove tecniche della nuova idrosuperficie sul lago Mercatale a Sassocorvaro si sono svolte ieri, domenica 26 luglio, aprendo la strada alla terza idrosuperficie delle Marche, che si aggiunge alle due già esistenti del lago di Caccamo (MC) e di Gerosa (AP). Un progetto che vede la collaborazione di Svim Agenzia di Sviluppo della Regione Marche, Università Popolare del Mediterraneo, Aviazione Marittima Italiana, Piloti di Classe, Aeroclub Picenum e Consorzio Bonifica delle Marche.

“Tra le varie espressioni di turismo, forse la meno nota è quella del turismo aeronautico – ha dichiarato Gianluca Carrabs, amministratore unico di Svim – e con il progetto l’autostrada del Cielo – dall’Oltralpe agli Appennini che vedrà una sua “uscita” a Sassocorvaro vogliamo proporre un’innovazione importante che va ad arricchire le offerte turistiche del nostro territorio, togliendo dall’isolamento, quasi totale, il sub-Appennino, fino ad ora strangolato da una viabilità pressoché inesistente che per anni ha limitato flussi di cui hanno potuto usufruire invece, ad esempio le Alpi, molto ben servite da straordinarie e veloci vie di comunicazione. Un’iniziativa che vede la Macroregione Adriatico-Ionica come palcoscenico e con Zara alleata per il grande turismo dell’Europa Orientale”.

I dati sull’avio-turismo fanno segnare numeri importanti: la flotta europea degli aerei da turismo supera le 100.000 unità e in Italia ci sono 50 aeroporti, 497 piste di volo e 6 idro-superfici. “Ci sono tutti gli elementi per un concreto sviluppo economico turistico dell’area con un progetto di questo tipo – ha continuato Carrabs – l’avioturista è un viaggiatore con un’alta capacità di spesa proveniente in genere dal Nord Europa alla ricerca delle bellezze e dei luoghi d’eccellenza italiani come i borghi storici con le loro tipicità. Una volta fatta atterrare l’aeromobile i passeggeri e piloti hanno poi necessità di tutta una serie di servizi di ristoro e accoglienza come hotels, agriturismi e B&B. Questa di Sassocorvaro è un’iniziativa che andrà ad inserirsi in tutte quelle attività atte ad esaltare le bellezze delle aree interne, i loro profumi, sapori e lo straordinario patrimonio artistico e culturale che ne contraddistingue il territorio e ringrazio il Sindaco di Sassocorvaro Auditore Daniele Grossi, il Presidente del Consorzio di Bonifica delle Marche Avvocato Claudio Netti, il Presidente della Camera di Commercio delle Marche Gino Sabatini, la Proloco di Sassocorvaro e la Società Canottiere Montefeltro per aver sostenuto questa bella iniziativa”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi