Salvato un piccolo di gheppio durante un soprallugo per i lavori di manutenzione del Rio Monticelli, a Fano

Salvato un piccolo di gheppio durante un soprallugo per i lavori di manutenzione del Rio Monticelli, a Fano

Uno splendido esemplare di gheppio è stato salvato dai dipendenti del Consorzio di bonifica mentre facevano un sopralluogo per iniziare i lavori nel Rio Monticelli, affluente dell’Arzilla, nei pressi di Fenile di Fano. Ad avvistarlo, mentre si stava rifugiando in un fossetto di guardia dei campi, è stata Mirella Montalbano, dottoressa forestale responsabile di zona per gli interventi di manutenzione del reticolo idrografico minore.

“Abbiamo visto qualcosa muoversi nella fascia ripariale del fosso – racconta Mirella Montalbano – ma non abbiamo capito subito di cosa si trattasse. Era accovacciato, aveva un mantello color rossiccio e grandi occhioni dolcissimi. Quando ci siamo avvicinati ha iniziato a volare, ma non riusciva, perché aveva un’ala ferita. A quel punto abbiamo preso un lenzuolo e l’abbiamo steso sopra piano piano, ma il rapace era molto mansueto e tranquillo. A quel punto, insieme a Francesco Paci dell’azienda che deve svolgere i lavori, abbiamo contattato un volontario del Cras a cui lo abbiamo consegnato per le cure. E’ la prima volta che mi capita di salvare un rapace – ammette l’esperta – è stato emozionante anche perché questi uccelli sono bellissimi”.

Il gheppio, specie protetta dalla Direttiva Uccelli, è al momento ricoverato al Cras. “Ha un’ala ferita probabilmente a causa di un trauma – spiega Severino Cecchini, il volontario del Cras che l’ha presa in consegna – può capitare che mentre vanno a caccia di prede durante il volo in picchiata incontrino fili o altri ostacoli e si feriscano. Però non è spezzata, quindi ci sono buone probabilità che torni a volare”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi