Il contratto di Fiume è uno strumento di programmazione strategica e negoziata che persegue la tutela e corretta gestione delle risorse idriche, la valorizzazione dei territori fluviali unitamente alla salvaguardia del rischio idraulico, contribuendo allo sviluppo locale. Il concetto di riqualificazione del bacino è inteso nell’accezione più ampia e riguarda tutti gli aspetti paesistico-ambientali. I CdF concorrono alla definizione e all’attuazione degli strumenti di pianificazione di distretto e in particolare del Piano di gestione rischio alluvioni 2007/60/CE e del Piano di gestione delle acque 2000/60/CE. Obiettivi principali del CdF sono:

  • riduzione dell’inquinamento delle acque e salvaguardia dell’ambiente acquatico e degli ecosistemi connessi;
  • uso sostenibile delle risorse idriche;
  • riduzione del rischio idraulico;
  • riqualificazione e valorizzazione dei sistemi ambientali e paesistici afferenti ai corsi fluviali;
  • integrazione con i piani di settore (comparto agro-zootecnico, industriale, energetico, di difesa idraulica, pesca, aree protette, escavazioni in alveo, cave, gestione invasi) e con gli atti di pianificazione locale;
  • miglioramento della fruizione turistica-ambientale;
  • condivisione delle informazioni e diffusione della tematica con le comunità locali.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi