hamburger

BONIFICA - manutenzione-ordinaria

Assemblea Regione Consortile

Si è tenuta a Macerata, nella sede della società in house BME - Bonifica Marche Engineering, l’Assemblea Regionale del Consorzio.

Presieduta da Francesca Gironi, Presidente dell’Assemblea e in presenza di Michele Maiani, Presidente del Consiglio di Amministrazione del Consorzio, l’assemblea ha consentito l’illustrazione e la successiva approvazione da parte dei partecipanti del budget di previsione del 2024.

L’Assemblea è stata anche l’occasione utile per condividere una serie di riflessioni utili sulle prospettive di sviluppo del prossimo triennio sia in termini economici che di risorse umane e per sottolineare il ruolo del Consorzio di Bonifica nella prevenzione e nella lotta contro il dissesto idrogeologico a fianco della Regione e degli altri enti preposti a questa attività.

Chiudiamo anche il 2023 con un bilancio in utile. La chiara consapevolezza della nostra responsabilità nei confronti dei consorziati e del territorio, ci ha spinto, anno dopo anno, ad una sempre più attenta gestione delle risorse a nostra disposizione” – spiega Francesca Gironi – “Gli eventi alluvionali che hanno caratterizzato quest’ultimo anno ci hanno anche riservato un posto a fianco della Regione e della struttura del Commissario straordinario, sottolineando il nostro ruolo nella riduzione del rischio idraulico. Oltre agli interventi di manutenzione ordinaria destinati al reticolo idrografico minore e realizzati con gli incassi provenienti dal contributo di bonifica, oggi siamo incaricati di una serie di interventi straordinari legati alla risoluzione dei danni provocati dalle alluvioni del 2022 e del 2023 e alla realizzazione di  12 ponti. Stiamo vivendo un nuovo scenario per il Consorzio”.

Siamo solidi” - prosegue Michele Maiani - “e guardiamo ai prossimi anni in un’ottica di crescita. Abbiamo necessità di strutturarci e di rispondere in maniera adeguata alle diverse esigenze dei nostri interlocutori. Il budget 2024 e gli obiettivi strategici dei prossimi anni prevedono consistenti interventi in ambito irrigazione. Dobbiamo dare agli agricoltori, da sempre nostri primi referenti, l’acqua necessaria alle loro attività, abbattendo gli sprechi, gestendo le sperequazioni di prezzo fra i territori e garantendo continuità di servizio. In tale logica guardano i progetti di ammodernamento del Tronto, quelli sul Musone e la realizzazione del nuovo impianto sull’Aso per cui abbiamo ottenuto i necessari fondi regionali.”

articoli correlati

Il sito utilizza solo cookie tecnici. Per maggiori informazioni leggi l’informativa estesa sull’uso dei cookie: Informativa estesa
chiudi